Le migliori strisce sbiancanti per denti 2018

Che cos’è lo sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dentale è una tecnica estetica che viene utilizzata quando si vogliono schiarire denti ingialliti e portarli ad avere un aspetto più sano e luminoso.

Si tratta di un procedimento chimico che si avvale di un gel che viene applicato al di sopra dello smalto dentale e che penetra all’interno del dente senza danneggiarne la struttura.

Il gel va a modificare il colore della dentina al di sotto dello smalto, rendendo i denti più bianchi.

Differenza tra sbiancamento dentale e rimozione delle macchie superficiali

Lo sbiancamento non è da confondersi con la rimozione delle macchie superficiali, il cui obiettivo è quello di grattare via meccanicamente la patina superficiale dei denti con prodotti leggermente abrasivi, ad esempio i dentifrici contenenti microsfere.

La rimozione delle macchie superficiali, se effettuata in modo quotidiano, è dannosa perché va a rimuovere parte dello smalto dei denti, rendendoli più gialli e scoprendo la dentina al di sotto dello smalto. Lo sbiancamento dentale, invece, se effettuato in modo corretto, non danneggia i denti in nessun modo.

Il procedimento può essere eseguito a casa o presso uno studio dentistico. Se eseguito a casa, si può procedere utilizzando penne o strisce sbiancanti.

In questo articolo ci concentreremo sulle strisce sbiancanti: cosa sono, quanti tipi ne esistono in commercio, i loro vantaggi, quando è sconsigliato usarle, come misurare la loro efficacia, dove acquistarle, quanto costano e come usarle al meglio.

Cosa sono le strisce sbiancanti per i denti

Le strisce sbiancanti per i denti sono delle strisce sottili e flessibili ricoperte di un gel dentale sbiancante a base di perossidi. Grazie al loro particolare design sono in grado di “abbracciare il dente” adattandosi alla sua forma, e ricoprirlo perfettamente, agendo lentamente sulla sua superficie con un’azione smacchiante e schiarente.

Le strisce vanno solitamente utilizzate lasciandole agire per 30 minuti – 1 ora quotidianamente per alcune settimane.

I risultati dello sbiancamento possono essere osservati e misurati utilizzando dei fogli che rappresentano tutte le possibili gradazioni e che solitamente accompagnano il prodotto all’interno della confezione.

Quali sono le alternative alle strisce sbiancanti denti?

Alternative alle strisce sbiancanti sono:

  • strisce sbiancantiIl trattamento professionale da parte di un dentista o di un igienista dentale
  • L’uso di penne sbiancanti per i denti
  • Metodi naturali

Quando eseguito dal dentista, il trattamento sbiancante è estremamente efficace, perché beneficia di un ambiente perfettamente asciutto e molto pulito, cosa che in casa riesce molto difficile avere.

Lo sbiancamento eseguito in uno studio dentistico, o dall’igienista dentale, è assolutamente sicuro: non rovina lo smalto del dente, né ne modifica il rivestimento esterno.

Sull’altro piatto della bilancia c’è però il fatto che uno sbiancamento professionale è costoso, e spesso sono necessarie più sedute per schiarire i denti in modo visibile.

I vantaggi dell’uso delle strisce sbiancanti

Sbiancare i denti utilizzando delle strisce sbiancanti denti offre il vantaggio di un significativo miglioramento dell’estetica del sorriso senza troppa fatica, ad un costo tutto sommato contenuto, in tempi brevi e senza alcun fastidio.

Sul mercato ci sono molti tipi di strisce sbiancanti, che si distinguono per le diverse intensità e concentrazioni di perossido, o per la particolare formulazione del gel, che le rende più o meno adatte a denti sensibili, a chi ha problemi alle gengive etc.

C’è insomma una buona scelta ma…

A chi non è indicato lo schiarimento dentale

…lo sbiancamento dentale non è una soluzione adatta a tutti. E’ infatti controindicato a chi ha otturazioni e capsule, in quanto queste non rispondono alla schiaritura, ma conservano il colore originale.

I prodotti sbiancanti per denti non possono essere utilizzati in gravidanza e in allattamento, non sono adatti ai bambini e non possono essere utilizzati sotto i 12 anni.

Lo sbiancamento è inoltre sconsigliato a chi soffre di sensibilità dentale, carie o problemi gengivali perché potrebbe andare a peggiorare la situazione. Se proprio si vuol provare, allora si consiglia di utilizzare strisce a bassa intensità, dunque con basse concentrazioni relative di perossidi, oppure ridurre il tempo di posa rispetto a quello indicato.

In tutti i casi va evitato il contatto con gli occhi. In caso di contatto accidentale bisogna risciacquare immediatamente con acqua.

Dove si comprano le migliori strisce sbiancanti per denti?

Alcuni prodotti sono in vendita presso farmacie, parafarmacie, negozi specializzati in cosmesi, profumerie e supermercati. Altri, più costosi ed efficaci, possono essere acquistati solo su internet e dal dentista.

Quanto costano le strisce sbiancanti per denti?

Le strisce sbiancanti hanno un prezzo molto variabile, che va dai 5 ai 70 Euro circa. I principali brand nel mercato dei prodotti dentali hanno un prezzo che si assesta tra i 20 e i 30 euro. Un prezzo ragionevolissimo se si ha voglia di fare un tentativo e togliersi uno sfizio.

Quanto tempo dura un trattamento con le strisce sbiancanti?

A seconda del tipo, il prodotto va lasciato agire dai 30 ai 60 minuti al giorno. Ogni confezione contiene tante strisce quanti sono i giorni di durata del trattamento, se ne usa dunque una al giorno. Il trattamento solitamente dura dalle 2 alle 6 settimane. I risultati, trattandosi di uno schiarimento effettivo e non ottico, sono definitivi. L’ingiallimento successivo dei denti dipende dalle abitudini personali, dunque dal consumo di caffè, thè, tabacco, bevande gassate e altre sostanze macchianti.

Come si misura l’efficacia delle strisce sbiancanti?

All’interno di una confezione di strisce sbiancanti solitamente è presente, insieme al prodotto e alle istruzioni, una piccola guida dove è possibile osservare le diverse gradazioni di bianco e confrontare il colore dei propri denti prima del trattamento e alla fine dello stesso.

Consigli per l’uso delle strisce sbiancanti per denti

Per un applicazione corretta è importante:

  • Fare attenzione ad aprire la busta senza danneggiare la striscia, utilizzando magari una forbice.
  • Applicare la striscia lunga sull’arcata superiore e quella più piccola e incurvata sui denti inferiori.
  • Assicurarsi di avere le mani perfettamente asciutte per evitare che la striscia non aderisca ai denti e il prodotto vada a depositarsi sulle dita durante l’applicazione.