La migliore penna sbiancante per i denti

Curiosi di provare una penna sbiancante per denti, in modo da avere un sorriso sempre perfetto e splendente? Siete nel posto giusto.

In quest’articolo approfondiremo quali sono i tipi di penne, come scegliere il miglior kit sbiancante per denti in base al proprio budget e alle proprie esigenze, e racconteremo dei prodotti di noti brand dentali e come si utilizzano.

I tipi di penna sbiancante per denti

Sul mercato oggi giorno esistono diversi tipi di penne sbiancanti, che si contraddistinguono a seconda

  • Della confezione
  • Della formulazione della pasta contenuta all’interno della confezione

La confezione, detta appunto penna, o matita sbiancante denti, può essere di due tipi,

  • A rilascio con pulsante
  • A rilascio con rotazione

La formulazione della pasta o del gel contenuti all’interno della penna può essere di 3 tipi:

  • Paste dentifricie sbiancanti
  • Prodotti contenenti brillantanti e livelli minimi di perossido di idrogeno
  • Prodotti contenenti fino al 6% di perossido di idrogeno

Le penne sbiancanti contenenti paste dentifricie sbiancanti

Il primo tipo, al quale appartengono prodotti come la penna sbiancante denti Colgate White, di cui parleremo più approfonditamente in seguito, è una pasta dentifricia sbiancante particolarmente densa e appiccicosa.

Si tratta di prodotti più economici, che vengono venduti al supermercato e sono efficaci sulle macchie, ma non hanno un’azione uniforme su tutto lo smalto dei denti.

Il prodotto funziona grazie alla sua particolare viscosità. Una volta applicato sui denti si lega alle macchie superficiali come un adesivo, e, quando viene rimosso con lo spazzolamento quotidiano, porta via con sé anche quelle.

Purtroppo l’azione sbiancante non ha grandi risultati quando si tratta di macchie causate dal fumo o altri agenti aggressivi (alcoolici, caffè, collutori medicati etc.)

Tutto sommato, considerando il costo, si tratta di un prodotto con un buon rapporto qualità prezzo.

Le penne sbiancanti contenenti brillantanti

Il secondo tipo di penna sbiancante sono quelle il cui gel contiene, tra gli altri ingredienti, un brillantante. E’ il caso della penna Mentadent White Touch Now.

penna sbiancante

Si tratta di prodotti certificati come penne sbiancanti in quanto contengono un minimo contenuto di perossido d’idrogeno (dunque acqua ossigenata) per lo sbiancamento dei denti.

Questo tipo di prodotti ha un costo superiore (tra i 15 e i 50 euro a pennetta, sebbene alcuni modelli arrivino a costare quasi il doppio di questa cifra) e sono efficaci come trattamenti cosmetici.

Il prodotto va applicato direttamente sul dente, premendo il pulsante posteriore della penna o girando il meccanismo rotante, e facendo delle leggere pennellate lungo tutta la superficie di ciascun dente.

La pasta va lasciata agire dai 3 ai 10 minuti a seconda del modello.

Le pennette sbiancanti di questo tipo con gel a basso contenuto di perossido di idrogeno hanno un potere sbiancante effettivo ma limitato, hanno però il vantaggio di essere molto delicate e possono essere utilizzate anche tante volte al giorno. Il prodotto non è assolutamente nocivo, né per i denti, né per le gengive, nè per le labbra e i tessuti interni delle guance.

Le penne sbiancanti contenenti perossido di idrogeno

L’ultimo tipo di penne sbiancanti sono quelle che contengono quantità ottimali di perossido d’idrogeno ai fini dello sbiancamento, dunque fino e non oltre il 6 %.

Il costo di questo tipo di prodotti è dai 50 euro a salire, si tratta sempre di prodotti certificati e forniti solo a livello medico

Questo tipo di penne sbiancanti infatti sono alla stregua di prodotti medici e farmaci, non sono vendibili su internet e al consumatore ma sono acquistabili solo da dottori, dentisti e igienisti dentali.
Il perossido di idrogeno può essere contenuto tra lo 0,1 fino al 42%. Nelle pennette non si può superare il 6 %.

Questo tipo di penne vanno utilizzate facendo attenzione a rispettare le giuste modalità. E’ necessario proteggere le labbra, e il prodotto va lasciato agire per un certo quantitativo di tempo minimo ogni giorno.

La formulazione non è nociva, visto che si tratta di perossido idrogeno, che viene scisso in acqua e ossigeno. Ciononostante può causare gonfiore e arrossamento delle labbra. Per stare tranquilli basta usare un apribocca per proteggere le labbra e tenere le guance staccate dalla dentatura.

Questo tipo di penna è veramente efficace, ma gli effetti sono visibili solo dopo qualche settimana.

Sebbene nessuna penna sia efficace come un apposito trattamento dentistico, le penne sbiancanti per i denti contenenti perossido di idrogeno sono efficaci e ottime per il mantenimento in seguito a un trattamento fatto dal dentista o dall’igienista dentale.

Qual è il miglior sbiancante denti?

Come sempre, dipende dal budget. Se si hanno le risorse economiche necessarie, sicuramente un trattamento professionale dentistico.

Il consiglio per chi voglia avere i denti davvero bianchi è quello di effettuare uno sbiancamento in uno studio dentistico, acquistare una penna contenente tra il 5 e il 6% di perossido di idrogeno per il mantenimento dello sbiancamento nel lungo periodo e affiancarne l’uso con quello di una penna contenente brillantante, in modo da avere la certezza di avere un sorriso bianco e lucente.

Mentadent White Touch Now

La penna sbiancante per i denti Mentadent White Touch Now è stata lanciata qualche anno fa e utilizzata da migliaia di persone in giro per il mondo.

Il marketing del prodotto lo definisce “make up” per denti, e in effetti si tratta di una penna sbiancante che, grazie a uno speciale brillantante, permette di riflettere la luce che tocca i denti in modo tale da illuminare il sorriso di chi sta utilizzando il prodotto per qualche ora e farlo apparire, in questo modo, più bianco. Si tratta dunque di un effetto ottico causato dal siero contenuto nella penna, il quale è arricchito di cristalli riflettenti.

Penna sbiancante denti, dove si compra?

La Mentadent White Touch Now è in vendita presso supermercati, profumerie, farmacie, parafarmacie e negozi specializzati ad un prezzo che si aggira intorno ai €13, anche se talvolta si può trovare in offerta in alcuni supermercati a meno di €10.

All’interno della scatola ci sono la penna, dalle fattezze e dimensioni di una penna per il contorno occhi, e un foglietto illustrativo contenente le istruzioni per utilizzarla.
La Mentadent White Touch Now dispone di una punta molto morbida, dalle setole sottili e dall’azione estremamente delicata.

Va usata in questo modo: si agita la penna e premendo 4 volte il bottone posteriore si rilascia una piccola quantità di prodotto sulla punta. Si procede applicando con il pennello un sottile strato di gel sbiancante denti, spennellando dente per dente, dall’alto verso il basso nell’arcata superiore e dal basso verso l’alto nella arcata Inferiore. Quindi sempre procedendo dalla gengiva verso l’estremità della dentatura.

penna sbiancanteIl prodotto va lasciato asciugare tenendo la bocca aperta con un gran sorriso, cercando di tenere i denti esposti il più possibile all’aria per almeno un minuto.

Il risultato, stando alle recensioni, è notevole.

I denti appaiono immediatamente più bianchi, e il sorriso più brillante.

L’azione sbiancante è efficace e l’applicazione è economica, semplice e può esser fatta da chiunque a casa propria.

L’effetto sbiancante è immediato, ma ovviamente non è paragonabile a quello di un trattamento sbiancante fatto nello studio di un professionista o dal dentista.

Inoltre l’effetto del prodotto è solo temporaneo, dura qualche ora, e viene facilmente “lavato via” se si mangia, ci si tocca con la lingua i denti e si beve caffè, the o fuma.

La penna può essere usata tutti i giorni, anche più volte al giorno, perché il prodotto non è abrasivo e non intacca né rovina lo smalto dei denti.

L’effetto sbiancante è ottico, temporaneo e non va a sostituire la pulizia con spazzolino, dentifricio e filo interdentale, né può essere paragonato ai trattamenti sbiancanti dentistici. Ciononostante, considerato il prezzo significativamente minore, è comunque una buona scelta se non si dispone del budget necessario per una seduta professionale.

Come anticipavamo, oltre alla penna, all’interno della scatola, vi è un foglio illustrativo che mostra, attraverso illustrazioni e istruzioni, come effettuare il trattamento passo passo.

Penna sbiancante Colgate White

Tra le penne sbiancanti più commercializzate c’è la Colgate White. In vendita presso supermercati e farmacie, il prodotto è formato da una piccola penna alloggiata all’interno del manico di un normale spazzolino da denti.

Il prezzo oscilla tra i 10 e i 12 euro, talvolta scontato a circa 8 euro, si tratta dunque di un prodotto estremamente economico per la categoria.

La penna è composta da una punta di gomma morbida e da un pulsante rotante che permette la fuoriuscita del giusto quantitativo di siero.

Sulla confezione vi sono istruzioni esaustive che mostrano il corretto utilizzo del prodotto.

Per un applicazione adeguata bisogna procedere con una rotazione per ciascuna arcata dentale. Dunque bastano due rotazioni per avere il quantitativo necessario a completare la seduta. Il prodotto si può utilizzare ogni volta che ci si lava i denti.

Il prodotto è efficace, nei limiti della sua categoria, e gli effetti dell’uso sono visibili nel giro di due-quattro settimane.