Miglior dentifricio sbiancante 2018

Entra in una qualsiasi farmacia, controlla lo scaffale dove ci sono i dentifrici sbiancanti, e vedrai decine di prodotti, che affermano di essere il migliore sul mercato. Tuttavia, i meno informati, non sanno che il dentifricio sbiancante è diverso a seconda degli ingredienti attivi che si trovano nella sua formulazione. Per questo motivo, se non si è bene informati, si rischia di fare una scelta errata e inutile ai fini dello sbiancamento dei denti. A seconda di quelli che sono i tuoi desideri, denti più luminosi o meno ingialliti dal tempo, capire la differenza tra i vari prodotti disponibili in commercio, è fondamentale per fare una scelta ponderata.

I dentifrici sbiancanti funzionano davvero?

I denti dispongono di diversi strati, i quali si scoloriscono per motivi differenti, principalmente a causa della colorazione di ciò che mangiamo e beviamo. Potrebbe sorprenderti sapere che lo smalto dei nostri denti (lo strato più esterno) è in realtà poroso. Sono generalmente questi pori che possono trattenere macchie. La maggior parte dei dentifrici sbiancanti, contengono abrasivi che possono penetrare in quei pori e aiutare a rimuovere le macchie superficiali. Tuttavia, la corretta tecnica di spazzolatura è fondamentale.

Puoi usare tutto il dentifricio sbiancante che vuoi, anche i migliori disponibili sul mercato, ma se non lavi i denti correttamente, stai solo sprecando il tuo tempo! Ci sono anche dei dentifrici che contengono sostanze chimiche come la covarina blu, che si attacca allo smalto dei denti e li fa apparire più bianchi. Un dentifricio abrasivo, abbinato ad una corretta spazzolatura dei denti, ha la capacità di rimuovere le macchie superficiali. Tuttavia, se stai cercando quel sorriso bianco “Hollywoodiano” che vedi alle tue celebrità preferite sul tappeto rosso, dovrai andare oltre.

Gli ingredienti attivi

La differenza maggiore che corre tra un dentifricio sbiancante ed un altro, sono i loro principi attivi. Generalmente, esistono due tipologie di prodotti base, che utilizzano ciascuno ingredienti chiave:

  • Dentifrici sbiancanti che rimuovono le macchie superficiali. I dentifrici sbiancanti per la superficie dei denti, sbiancano utilizzando ingredienti abrasivi che essenzialmente lucidano i denti. In realtà non alterano il colore dei denti, ma possono rimuovere parte della decolorazione. Prendi in considerazione, che sebbene non siano presenti agenti sbiancanti, la colorazione superficiale dei denti potrebbe rendere la tua bocca più sensibile con il passare del tempo. Se dopo l’uso di questi prodotti abrasivi, avverti dolore o sensibilità ai denti, smetti subito di usarli.
  • Dentifrici sbiancanti e gel sbiancanti. Per un sorriso ancora più luminoso, cerca un dentifricio sbiancante che contenga un agente sbiancante come il perossido di idrogeno o il perossido di carbamide. Entrambi possono rimuovere le macchie scure e cambiare il colore dello smalto in un bianco più luminoso. Sono molti i prodotti di questo genere disponibili in commercio e che ti permettono di ottenere risultati più rapidi, in modo semplice.

Gli ingredienti attivi più comuni:

  • Silice – Usato come abrasivo aiuta a rimuovere eventuali macchie persistenti all’esterno dei denti.
  • Perossido di idrogeno – Usato per sbiancare i denti. È uno degli ingredienti più comuni nel dentifricio sbiancante per denti.
  • Polivinilpirrolidone (PVP) – Questo composto si lega ai denti e aiuta a prevenire la formazione di future macchie.
  • Nitrato di potassio – Protegge i nervi sotto i denti per ridurre la sensibilità. Aiuta anche a sbiancare i denti.
  • Bicarbonato di sodio – Viene usato come abrasivo contro i denti. Inoltre neutralizza gli acidi nocivi presenti nella bocca.
  • Monofluorofosfato di sodio (Fluoruro) – Il fluoruro è un composto che aiuta a rafforzare lo smalto sui denti, previene la carie e diminuisce la sensibilità dei denti.
  • Tripolifosfato di sodio – Viene usato come agente detergente. La sua funzione principale è quella di aiutare a rimuovere le macchie sui denti.

Protezione dello smalto

Quando i denti sono già bianchi, utilizzare un dentifricio che fortifica e protegge lo smalto può aiutare a mantenere la dentatura più lucente. Fortificando i punti deboli dei denti, il dentifricio che protegge lo smalto rende più difficile la penetrazione delle macchie e l’ingiallimento i denti. È un prodotto di pulizia per i denti ideale per aiutare per farli restare bianchi e luminosi.

Altri benefici

Siccome la maggior parte delle volte che laviamo i denti, siamo sempre di fretta e non abbiamo mai tempo da perdere, il miglior dentifricio sbiancante offre anche una serie di altri benefici, come la protezione dalla carie e il deodorante per l’alito, inoltre, può migliorare la salute delle tue gengive. Assicurarsi che il dentifricio sbiancante che scegli, abbia tra i suoi ingredienti il fluoruro per prevenire la carie, insieme ad un abrasivo delicato, come il laurilsolfato di sodio, per mantenere i denti puliti e senza macchie.

L’ADA (American Dental Association), organo riconosciuto ed apprezzato in tutto il mondo, consiglia di consultare un dentista prima di iniziare a utilizzare un prodotto sbiancante, in particolare se sono stati svolti lavori dentali come corone e otturazioni. Questi possono influenzare il modo in cui funzionano gli agenti sbiancanti, quindi dovrai consultare il tuo dentista per quanto riguarda i migliori ingredienti attivi e il processo attraverso il quale puoi ottenere un sorriso più bianco.

Comfort e sensibilità

È vero che l’effetto collaterale più comune per gli ingredienti sbiancanti, può essere un lieve aumento della sensibilità dei denti. Se anche dopo aver utilizzato il dentifricio sbiancante migliore lamenti dolore ai denti o alle gengive, potresti aver bisogno semplicemente di ingredienti attivi più delicati. Prova a passare ad un dentifricio con penna sbiancante, piuttosto che utilizzare soltanto il dentifricio sbiancante. Questi apparecchi, generalmente, consentono di ottenere un sorriso più bianco in pochi secondi, non rovinano lo smalto e non causano un aumento alla sensibilità dei denti.

Il dentifricio sbiancante può essere un’ottima scelta per te e tutta la famiglia, ma prima di acquistare un prodotto qualsiasi, faresti meglio a consultare il tuo dentista, che in base al tuo problema o desiderio, potrà consigliarti il prodotto più adatto alle tue esigenze o a quelle dei tuoi familiari. Consultando l’elenco degli ingredienti attivi che trovi in questa pagina e verificando i loro benefici, potrai trovare il dentifricio sbiancante migliore e più adatto per te, senza troppe difficoltà.

Pulizia dei denti: estrinseca contro intrinseca

La maggior parte dei dentifrici sbiancanti si concentra sulla rimozione delle macchie dallo smalto dei denti. Altri metodi vanno oltre questa funzione, per sbiancare i denti ancora più a fondo.

Metodo estrinseco: Le macchie sullo smalto sono definite estrinseche. Sostanze come caffè, vino rosso e tabacco possono facilmente colorare questo strato. Fortunatamente, tutto ciò che devi fare per rimuovere la maggior parte delle macchie estrinseche, è un corretto spazzolamento. I dentifrici sbiancanti lavorano su questo livello, per rendere il processo di spazzolatura ancora più efficace. Per la stragrande maggioranza delle persone, l’abbinamento di una tecnica di spazzolatura corretta con un dentifricio sbiancante affidabile, può dare risultati ottimali.

Metodo intrinseco: Lo sbiancamento intrinseco, si concentra sulla dentina, lo strato dei denti che definisce la loro tonalità. I sorrisi alla “Hollywood” sono creati con uno sbiancamento intrinseco. Nella maggior parte delle persone, la dentina diventa gialla in modo naturale con il passare del tempo. Anche condizioni ereditarie possono influenzare la colorazione intrinseca dei denti, che tendono al viola o al grigio con il trascorrere degli anni. La colorazione intrinseca, tuttavia, può essere causata da una grande varietà di fattori differenti. Una delle cause più comuni, è il trauma dentale. L’uso eccessivo di sostanze come il fluoruro e gli antibiotici tetraciclini, può allo stesso modo causare una colorazione intrinseca sgradevole, soprattutto se si inizia in giovane età.

Meglio un dentifricio sbiancante o un normale dentifricio?

I dentifrici sbiancanti contengono particelle abrasive e agenti sbiancanti. In realtà, tutti i dentifrici contengono un certo tipo di agente abrasivo, ma la concentrazione nei dentifrici sbiancanti tende ad essere più elevata. Va ricordato comunque, che né il dentifricio sbiancante né i normali dentifrici possono cambiare il colore naturale dei denti, per cui, gli agenti presenti nel dentifricio sbiancante, possono solo aiutare a ripristinare il colore originale dei denti, agendo sulla dentina per rimuovere le macchie da caffè, vino rosso, ecc. Sono utili anche se ci si è già sottoposti ad un trattamento sbiancante professionale e si vogliono mantenere a lungo i risultati.

La concentrazione di agenti sbiancanti nel dentifricio è molto bassa, per questo motivo, sono gli agenti abrasivi ad ottenere nella maggior parte dei casi il miglior effetto sbiancante. Se si spazzolano i denti per pochi secondi al giorno e in modo saltuario però, gli effetti tarderanno ad arrivare o non si presenteranno affatto. L’unico problema dei dentifrici sbiancanti aggressivi, rispetto ai normali dentifrici, è che se utilizzati per molto tempo, possono causare un indebolimento dello smalto, causando una maggiore sensibilità.

Prima di procedere all’acquisto di un prodotto qualsiasi, puoi leggere su internet del dentifricio sbiancante opinioni e recensioni, che ti aiuteranno nella scelta del prodotto più adatto alle tue esigenze. Inoltre, prima di utilizzare qualsiasi prodotto, consulta il tuo medico per ricevere qualche utile consiglio. Loro sono senza ombra di dubbio le persone più indicate ad indirizzarti verso una scelta migliore e più adatta alla risoluzione del vostro problema.