Il miglior collutorio per gengive infiammate 2018

Cos’è il colluttorio e a cosa serve

Il colluttorio è un prodotto cosmetico da banco, oppure farmaceutico, che si utilizza per igienizzare la bocca dopo aver passato il filo interdentale e aver spazzolato i denti.

PRODOTTO VOLUME DIMENSIONS VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
200 ml 6 x 6 x 14 cm VEDI PREZZI
500 ml 7 x 7 x 18 cm VEDI PREZZI
900 ml 9 x 9 x 20 cm VEDI PREZZI
1000 ml 9 x 9 x 20 cm VEDI PREZZI
200 ml 6 x 6 x 15 cm VEDI PREZZI

Alcuni colluttori ad azione disinfettante e antisettica sono d’aiuto anche per ridurre il bruciore causato da una gengivite e migliorare lo stato di gengive infiammate e gonfie.

Esistono inoltre: colluttori sbiancanti, colluttori senza alcool, colluttori in spray per alito fresco, colluttori in stick, colluttori remineralizzanti, colluttori per denti sensibili, colluttori agli olii essenziali e colluttori ad azione totale.

In questo articolo ci focalizzeremo sui colluttori per gengive infiammate.

Le gengive infiammate

Riconoscere un infiammazione della gengiva è abbastanza semplice. I primi segnali sono il sanguinamento allo spazzolamento, gonfiore, dolore e una generale sensazione spiacevole in bocca. Spesso chi soffre di gengive infiammate ha la tendenza a succhiare aria e toccare il retro dei denti con la lingua per cercare sollievo.

La gengivite è per lo più legata ad una igiene orale incompleta o inefficace perché troppo breve, o troppo rara. In altri casi, è legata ad altri fattori come il fumo, elevati livelli di stress, diabete, gravidanza o all’uso di alcuni medicinali.

Se non trattate, le gengive infiammate, gonfie e sanguinanti possono con il tempo arrivare a ritirarsi in modo visibile. In questo caso gli esperti parlano di parodontite. La parodontite ha come effetto la creazione di uno spazio tra gengiva e dente all’interno del quale si va a creare placca e tartaro, peggiorando lo stato della bocca.

Una parodontite trascurata può causare la perdita irreversibile dei denti.

Come usare il miglior colluttorio per gengive infiammate

Il collutorio può essere utilizzato diluito, facendo uno sciacquo di circa 30 – 60 secondi, oppure assoluto, in modo topico, immergendo uno scovolino e passandolo direttamente sulla parte di gengiva infiammata che si vuole andare a lenire e disinfettare.

Nel primo caso, la sostanza entrerà in contatto con e agirà su gengive, denti, lingua e interno delle guance. Nel secondo, solo su una specifica parte di tessuto e solco gengivale.

Colluttori da banco e farmaceutici. Quali sono più adatti per le gengive infiammate?

La maggior parte dei colluttori in commercio, e cioè quelli che vengono venduti nei supermercati e nelle profumerie, sono dei prodotti saponosi profumanti che hanno una leggera azione antibatterica e possono aiutare a coprire l’alitosi e a conservare quella piacevole sensazione di freschezza che segue una bella lavata di denti, più a lungo.

colluttorio per gengive infiammateI colluttori da banco possono essere utilizzati quotidianamente, ma non sono l’ideale per le gengive infiammate in quanto contengono alcool, sostanza irritante che va a peggiorare lo stato di infiammazione delle gengive.

Qualora si decida di optare per un prodotto da banco, dunque, e si hanno le gengive infiammate, è bene optare per uno di quelli senza alcool, magari all’aloe vera o altri olii essenziali ad azione lenitiva e idratante. I colluttori per gengive infiammate all’aloe non contengono acqua ma succo di aloe vera, ingrediente fortemente idratante, rinfrescante e antinfiammatorio.

Un’altra buona alternativa sono i collutori remineralizzanti, come ad esempio il collutorio biorepair, i quali contengono particelle che sono in grado di ripristinare lo smalto e remineralizzarlo, contrastando in questo modo l’ipersensibilità dentale.

I colluttori farmaceutici, e cioè quelli che utilizzano principi attivi come la clorexidina e il triclosan, hanno invece una forte azione antibatterica e sono per questo indicati in caso di infiammazione delle gengive, sanguinamento o subito prima e dopo interventi dentistici.

Pur essendo molto efficaci, questi prodotti devono essere usati solo sotto consiglio di un dentista o di un igienista dentale perché il loro utilizzo è spesso causa di spiacevoli effetti collaterali.

Il colluttorio alla clorexidina

l colluttorio farmaceutico più usato in caso di gengive infiammate è probabilmente quello alla clorexidina. La clorexidina è una sostanza molto efficace nell’eliminare batteri ed infezioni dal cavo orale, ma va utilizzata per periodi molto brevi e solo sotto consiglio medico a causa dei suoi effetti collaterali, in particolare l’apparire di macchie scure sui denti, il variare della percezione dei gusti da parte dell’utilizzatore e la distruzione di tutti i batteri presenti nella bocca, quindi anche di quelli la cui presenza è necessaria al corretto funzionamento del cavo orale e al suo benessere.

Qualora si dovesse usare un colluttorio per gengive gonfie alla clorexidina è preferibile farlo utilizzandolo in modo topico, ovvero immergendo uno spazzolino interdentale nel prodotto assoluto, e massaggiando con la testina solo i punti in cui la gengiva è particolarmente infiammata.

Il colluttorio gengive alla clorexidina (e non solo) non va mai deglutito.

Alternative all’uso del colluttorio per gengive sanguinanti

L’igienista dentale può valutare insieme al paziente la soluzione più efficace al problema specifico: talvolta è necessario cominciare ad usare il filo interdentale o cambiare il modo in cui si spazzolano i denti, talaltra il modo in cui si usa il filo interdentale, in altri casi è necessaria una detartrasi professionale.

Vantaggi e svantaggi dell’uso del colluttorio per gengive infiammate

Il vantaggio dell’uso di un colluttorio per le gengive infiammate è quello che, almeno nell’immediato, si va ad agire sull’infiammazione e la si riduce.

I prodotti medicati sono efficaci a ridurre il sanguinamento e il gonfiore delle gengive e sono fondamentali prima e dopo un intervento chirurgico.

Altro vantaggio è sicuramente quello della profumazione dell’alito e la piacevole freschezza che si prova dopo l’uso di un colluttorio.

Gli svantaggi invece sono eventuali macchie sui denti, alterazione del gusto, eliminazione di batteri che favoriscono il benessere della bocca e la digestione, danneggiamento dei tessuti interni della bocca e del cavo orale.

I brand di colluttorio più famosi

Tra i brand di colluttorio più commercializzati in Italia vi sono: Listerine, Pasta del Capitano, Doctor Organic, Biorepair, Elmex, Curasept, Ultradex, Oral B, Forhans Medico, Aloedent, Iodosan, Blanx, Parodontax.

I colluttori per bambini

Si trovano in commercio colluttori che possono essere utilizzati dai 6 anni in su e sono specificamente progettati per essere utilizzati dai bambini, ad esempio il colluttorio Listerine bimbi e il collutorio Pasta del Capitano Junior.

Questi colluttori hanno un sapore più dolce, contengono calcio e sono senza alcool e principi attivi come la clorexidina. Sono dunque dedicati sulle gengive e non macchiano i denti.